Intesa Sanpaolo: i prestiti per pensionati sono più convenienti

cessione-quinto

Oggi la situazione delle famiglie italiane è cambiata, e sempre più pensionati sono costretti a ricorrere a prestiti. Se una volta, finito di lavorare si poteva godersi in santa pace la propria pensione e pensare a rilassarsi ed a stare con i propri nipoti, oggi sempre più persone affrontano la terza età con problemi di natura economica.

Un po’ per la crisi che si protrae, un po’ per la perdita di potere d’acquisto degli italiani, un po’ per l’aumento del costo della vita, ormai è difficile campare con la sola pensione e si è costretti a ricorrere ad un finanziamento.

La maggior parte delle richieste di prestito da parte dei pensionati, non è per aiutare figli e nipoti o per togliersi qualche sfizio, ma sempre più per riuscire ad arrivare alla fine del mese, per pagare i debiti contratti precedentemente o per far fronte ad una spesa improvvisa.

CESSIONE DEL QUINTO PENSIONATI

Uno degli strumenti più usati per richiedere un prestito è la cessione del quinto, strumento prediletto anche da banche e finanziarie, che, grazie alla copertura dell’INPS, possono stare tranquilli sul rimborso del debito. si tratta di un prestito facile da ottenere, basta presentare un proprio documento d’identità ed il cedolino della pensione, e dai costi contenuti.

Una delle poche voci aggiuntive è la polizza assicurativa sulla vita obbligatoria, comunque compresa nel calcolo della rata mensile. L’unico difetto di questo tipo di prestito, soprattutto per le pensioni più basse, è l’importo richiedibile, che non può superare il 20% della pensione netta.

Per il resto si tratta di un’ottima soluzione per ottenere rapidamente un prestito non finalizzato, ripagandolo con una rata in linea con la propria disponibilità finanziaria.

PRESTITI PENSIONATI INTESA SANPAOLO

Uno degli istituti di credito che propone questo tipo di prestiti è Intesa Sanpaolo, uno dei più grandi gruppi italiani. Intesa propone sia ai propri clienti, che a chi non è cliente della banca, PerTe, un prestito personale per i pensionati INPS. Si tratta di un prestito personale con il quale è possibile richiedere da 3.600 fino a 75.000€, rimborsabili da un minimo di 24 fino ad un massimo di 120 mesi (qui trovi tutti i dettagli: http://www.iprestitionlineok.com/prestiti-intesa-sanpaolo/ ).

I requisiti fondamentali sono un’età massima di 83 anni alla richiesta e di 85 anni da non superare alla fine del finanziamento, di essere pensionati dell’INPS e di non avere già in corso altri prestiti come la cessione del quinto.

L’importo è condizionato dalla rata mensile che non può superare il quinto della pensione netta, il tasso di interesse è fisso per tutta la durata del prestito, ed il costo dell’assicurazione obbligatoria è completamente a carico della banca.

L’erogazione del prestito con Intesa Sanpaolo avviene in tempi brevi, con accredito direttamente su conto corrente. In caso di estinzione anticipata del prestito, Intesa applica una penale dell’1% sul capitale precedentemente restituito, per periodi di rimborso in corso superiori ad un anno, e dello 0,5%, per periodi residui inferiori ad un anno.

Ad esempio, per un pensionato di 70 anni con una pensione netta di 1.000€, che richiede un prestito di 10.000€, si otterrà un prestito rimborsabile in 60 mesi con una rata mensile di 200€, con un TAN del 7,90% ed un TAEG dell’ 8,35%, per un costo del prestito di 2.100€, ed un rimborso totale di 12.000€ circa.

Commenta per primo su "Intesa Sanpaolo: i prestiti per pensionati sono più convenienti"

Lascia un tuo Commento

La tua mail non sara pubblicata


*