Acquistare o Vendere Casa tramite un’Agenzia Immobiliare

Qualora ci trovassimo in difficoltà per l’acquisto, di una abitazione, o magari, della prima casa, possiamo sempre avvalerci dell’aiuto di qualcuno che operi proprio in questo settore, magari rivolgendoci da un’agenzia di intermediazione immobiliare in grado di soddisfare le nostre esigenze, e che può metterci al corrente di tutte le più importanti novità del settore. Innanzitutto è bene sapere che prima di conferire all’agenzia l’incarico per la vendita del proprio immobile bisogna prestare attenzione a determinate elementi: occorre verificare che l’agente immobiliare e la società di intermediazione immobiliare siano iscritti presso la locale Camera di Commercio, all’Albo e al ruolo degli Agenti di affari in Mediazione.

Il conferimento di incarico deve contenere:

  • gli estremi dell’iscrizione al Ruolo dell’agente e della società di intermediazione
  • la durata dell’incarico e le eventuali clausole di rinnovo
  • l’entità della provvigione e le eventuali spese autorizzate
  • l’esatta identificazione (estremi tavolari) del bene immobiliare e dei suoi accessori
  • eventuale prezzo minimo di vendita
  • eventuali condizioni minime di pagamento
  • la descrizione di eventuali ipoteche, vincoli e limiti alla commerciabilità dell’immobile
  • eventuali clausole relative alle penalità previste in caso di interruzione dell’incarico.

Molte agenzie cercano di impegnare l’acquirente attraverso la firma di un atto unilaterale di obbligo. Questa prassi comporta dei rischi ed è pertanto sconsigliata. Oltre ad impegnare l’acquirente che la sottoscrive senza possibilità di recedere, infatti, la proposta unilaterale di acquisto gli impedisce di continuare la ricerca di un altro bene immobile e soprattutto permette al venditore di verificare per tutta la durata della proposta l’esistenza di altre migliori.

Quindi conviene precisare all’agente immobiliare di essere disposti a firmare subito il contratto preliminare di compravendita. Cercando così, di abbreviare i tempi e limitando di conseguenza che altri acquirenti interessati si facciano avanti, secondo le regole, e vi facciano concorrenza.
Comunque, qualora l’agente vi convincesse a sottoscrivere una proposta di acquisto bisogna verificare:

  • gli estremi di iscrizione al Ruolo dell’agente o della società di intermediazione presso la Camera di Commercio
  • l’esatta identificazione dei proprietari e del bene oggetto della vendita
  • la certezza della libera commerciabilità del bene (vincoli, ipoteche, abusi edilizi, ecc)
  • l’esatta indicazione dei termini essenziali relativi alla validità della proposta stessa ed alla eventuale legittima accettazione da parte del proprietario, modi di comunicazione e tempi della risposta
  • l’eventuale somma lasciata in garanzia presso l’agente dovrà essere rilasciata mediante assegno bancario intestato al proprietario (o assegni bancari intestati ai proprietari di importo proporzionale alle quote possedute) non trasferibile.

Inoltre, è da tener presente che se l’agente vi accompagna a visitare l’immobile e in un successivo momento acquistate l’immobile visto, magari anche senza più l’intervento del mediatore, il diritto alla provvigione dell’agente potrebbe essere dovuto.

La conclusione di un contratto preliminare di compravendita per il tramite dell’agenzia, comporta per questa, il diritto a richiedere la provvigione; anche se poi decidete di rinunciare all’affare o non addivenite alla stipula del rogito notarile. La misura della provvigione si aggira, attualmente per entrambi i contraenti, intorno al 2 – 3% del valore di compravendita.

Commenta per primo su "Acquistare o Vendere Casa tramite un’Agenzia Immobiliare"

Lascia un tuo Commento

La tua mail non sara pubblicata


*