Trasparenza bancaria: la pubblicità delle operazioni e dei servizi offerti

La disciplina sulla trasparenza bancaria delle operazioni e dei servizi finanziari, persegue come obbiettivo principale, quello di rendere noti ai clienti gli elemementi essenziali del rapporto pre-contrattuale e le loro variazioni, ma anche di promuovere e salvaguardare la concorrenza del mercato finanziario.

Il rispetto delle regole sulla  trasparenza nelle operazioni, stabilisce un rapporto di correttezza con la clientela e attenua i rischi legati alla stipula del contratto di finanziamento, ma anche relativamente a tutti i servizi finanziari.

Gli strumenti di pubblicità delle operazioni e dei servizi offerti e delle relative condizioni contrattuali sono:

  • l’avviso, contenente le principali norme di trasparenza, atto a richiamare l’attenzione del cliente sui suoi diritti e sugli strumenti di tutela previsti a suo favore
  • il foglio informativo, contenete informazioni analitiche sull’intermediario e su tassi, spese, oneri e altre operazioni contrattuali, nonché sui principali rischi tipici dell’operazione
  • la copia, completa dello schema di contratto che può essere chiesta dal cliente prima della conclusione del contratto
  • il documento di sintesi, delle principali condizioni contrattuali, unito al testo del contratto.

L’avviso è quel documento che viene esposto nelle banche o finanziarie e che riporta le principali norme sulla trasparenzal‘indicazione dei diritti spettanti al cliente che si accinge ad usufruire del servizio. In particolare vengono indicati i seguenti diritti:

  • la disponibilità dei fogli informativi presso la struttura bancaria o creditizia
  • il diritto ad ottenere una copia del testo del contratto idonea alla stipula, con allegato un documento di sintesi che include un riepilogo delle principali condizioni
  • il diritto a ricevere una copia del contratto stipulato, con il documento di sintesi
  • gli strumenti di tutela contrattuale relativi all’obbligo della forma scritta del contratto, alla sostituzione di clausole, al diritto di recesso in caso di variazioni del contratto sfavorevoli, al diritto di rimborso, ecc.
  • il diritto ad essere informati sulle variazioni sfavorevoli e di ricevere comunicazioni periodiche sull’andamento del rapporto
  • gli specifici diritti riconosciuti dal codice del consumo
  • il diritto alla tutela del consumatore in caso di controversie.

I fogli informativi mettono a disposizione dei clienti informazioni dettagliate su intermediari, sulle caratteristiche , sui rischi dell’operazione, sulle condizioni economiche, sulle clausole contrattuali, questi fogli informativi devono essere datati e aggiornati, e devono indicare tutti i costi che il cliente deve sostenere al momento della stipula, comprensivo di oneri, commissioni, spese di istruttoria, spese postali, compreso eventuali penali, tassi d’interesse, periodicità e modalità di calcolo degli interessi, parametri variabili, criteri di indicizzazione, indicatori sintetici di costo, nonché le clausole contrattuali che regolano il finanziamento.

L’informazione pre-contrattuale consiste nel ricevere una copia integrale del testo del contratto di mutuo idonea alla stipula. Ciò non comporta l’obbligo del mutuatario alla stipula obbligata del contratto di mutuo.

Il documento di sintesi è unito al contratto e fornisce al cliente una chiara spiegazione delle più significative condizioni contrattuali ed economiche legate al finanziamento che cadono a carico del cliente stesso e che gli sono state applicate, come ad esempio l’indicazione dell’ISC (Indicatore Sintetico di Costo) che viene calcolato conformemente alla disciplina sul tasso effettivo globale (TAEG).

Commenta per primo su "Trasparenza bancaria: la pubblicità delle operazioni e dei servizi offerti"

Lascia un tuo Commento

La tua mail non sara pubblicata


*