L’assicurazione moto temporanea per brevi periodi dell’anno conviene

Assicurazione MotoLa stagione estiva, il caldo e la voglia di un po’ d’aria fresca portano numerosi centauri saltuari a rispolverare la propria moto, lasciata per molto tempo ferma, causa inutilizzo. I motociclisti che per opportunità o varie necessità non fanno un utilizzo costante del proprio mezzo sono davvero numerosi.

Per venire incontro a questo target di motociclisti, sono disponibili specifiche forme di polizze assicurative definite temporanee, in quanto vanno a coprire solo il periodo previsto per l’utilizzo della motocicletta.

Tra le differenti proposte temporanee, la polizza adatta ad un utilizzo costante ma ben delimitato nel tempo della moto è la polizza trimestrale – estendibile, in alternativa, al semestre. Questo tipo di assicurazione è consigliata a chi faccia un uso della moto limitatamente alla stagione estiva, a causa di impedimenti durante la restante parte dell’anno. Laddove l’utilizzo del mezzo a due ruote fosse preventivato per una sola mensilità, è possibile assicurare la moto limitatamente ai trenta giorni desiderati.

Un secondo tipo di polizza, che sta prendendo piede in maniera decisa negli ultimi anni, è quello dell’assicurazione sospendibile. Tale polizza è molto vantaggiosa, in quanto in qualsiasi momento è possibile bloccare il contratto per un periodo di tempo limitato, laddove si decidesse di non utilizzare il proprio mezzo in maniera continuativa. Con questa soluzione, dunque, è possibile fare un uso più diffuso della moto durante l’anno, senza vincolarlo ad intervalli prestabiliti dal contratto. Prima di stipulare un contratto di questo tipo, però, è necessario valutare bene le proprie esigenze, in relazione alla durata delle sospensioni e al numero massimo delle stesse garantite dal proprio contratto.

Nel confronto parallelo tra le due soluzioni, però, è opportuno segnalare che le assicurazioni temporanee prevedono un costo del premio assicurativo mensile che può superare il 30% rispetto a quello di una polizza stipulata su base annuale, talvolta doppiandolo. Questo stesso tipo di polizza, inoltre, non permette di ottenere un ribasso nelle spese assicurative negli anni successivi a quello della stipula, in quanto non sussiste la maturazione della classe di merito. Con una polizza annuale “congelata”, invece, le spese effettive vengono spalmate , permettendo anche un miglioramento della classe di merito stessa.

Un ultimo tipo di polizza offerto è quella a consumo, costituita da una quota fissa su base annuale, che va ad essere incrementata da una quota basata sull’effettivo chilometraggio effettuato. Di norma, è opportuno preventivare l’utilizzo complessivo che si intende fare della motocicletta, in quanto alla luce di un consumo superiore alle aspettative, l’assicurazione sospendibile è una soluzione più ragionevole.

Commenta per primo su "L’assicurazione moto temporanea per brevi periodi dell’anno conviene"

Lascia un tuo Commento

La tua mail non sara pubblicata


*