Assicurazione e affitto della casa

Assicurazione AffittuarioUna polizza assicurativa può salvarvi spesso da spese aggiuntive che riguardano possibilità d’incidenti, furti e molti altri spiacevoli episodi che purtroppo si ripercuotono sul cittadino medio con cadenza a dir poco preoccupante.

Viene quindi naturale pensare a proteggersi contro tali eventi, ma come fare se si vive in una condizione di affitto?

La difesa del proprio immobile è in ogni caso un’opzione che non va scartata al fine di essere legalmente tutelati per incidenti di qualsiasi tipo. Chiunque sia impegnato in un contratto di locazione è spesso all’oscuro di molti punti e non comprende appieno quali siano i suoi diritti effettivi e quali quelli ipotetici, che però la legge non riconosce e per estensione non prende in considerazione ai fini di un eventuale risarcimento dei danni. La procedura più comune si riassume in questi termini: trovare un giusto accordo con la persona cui è ricondotta la proprietà.

Analizziamo quindi i singoli casi: cosa succede se si è vittime di un incendio di carattere esterno che provoca danni all’immobile? A prescindere dalla proprietà che riguarda i beni inclusi nell’appartamento, l’assicurazione che copre i danni concernenti questi episodi è da intendere come diretta al proprietario. Questo difende dai danni riguardanti la casa e le sue componenti interne ed esterne, ma non disciplina in alcun modo gli oggetti situati al suo interno.

In queste circostanze bisogna premunirsi con un contratto di assicurazione verso il rischio locativo, che provvede non solo a porre sotto tutela assicurativa anche i beni appartenenti alla persona che vive in affitto, ma provvede anche a disciplinare alcuni eventi che, seppure registrati con cadenza decisamente inferiore rispetto a quanto visto finora, non sono da escludere. Rientrano tra questi i danni perpetrati dall’inquilino e i danni della casa in affitto, danni che verranno risarciti parzialmente o per intero al proprietario della casa, in questo caso giudicato inerme.

In quanto descritto finora non rientrano solo cause riconducibili ad incendi, ma anche altri fenomeni non controllati dalla volontà dell’inquilino e del proprietario come potrebbero essere una perdita d’acqua a causa di un guasto del sistema idraulico. C’è da riporre particolare attenzione in queste dinamiche, perché nel caso in cui esse fossero estese alle abitazioni dei vicini, è proprio la figura dell’inquilino che in teoria sarebbe tenuto al risarcimento. Il tutto è evitabile tramite una semplice sottoscrizione di contratto assicurativo: la tutela è sempre importante.

Il tipo di polizza per l’affittuario non si ferma ovviamente qui, è può benissimo essere estesa anche a danni che derivano da casi di furto e problematiche concernenti l’ordinamento civile.

Commenta per primo su "Assicurazione e affitto della casa"

Lascia un tuo Commento

La tua mail non sara pubblicata


*