Fondo di Garanzia per i Giovani – Mutui Giovani Coppie

Mutui per Giovani Coppie

Se siete giovani e pensate di non avere alcuna speranza di poter avere un mutuo, dovete sapere che da alcuni anni esiste una possibilità anche per voi, degli appositi strumenti destinati ad aiutare le giovani coppie.  Proprio quest’anno (2015) , infatti, è entrato in vigore il Fondo di garanzia per la casa che consente di poter usufruire di un mutuo agevolato per acquistare la prima casa.

Il Fondo di garanzia per la casa ha una dotazione di 600 milioni di euro e potrebbe garantire finanziamenti potenziali per oltre 12 miliardi di euro. E’ rivolto principalmente alle giovani coppie o ai nuclei famigliari con un solo genitore e figli minori, nonché giovani con età inferiore ai 35 anni.  Serve a garantire alle banche eroganti una garanzia da parte dello Stato nel caso in cui il giovane non riesca più a far fronte al pagamento delle rate dopo che siano trascorsi 100 giorni dall’invio del primo sollecito a pagare.

Quali sono i requisiti per poter partecipare?

  • Innanzitutto il mutuo deve essere per l’acquisto di unaprima casa e avere un importo non inferiore ai 200.000 euro.
  • I richiedenti possono essere coppie coniugate, sia con figli che senza, e che abbiano un’età massima ciascuno di 35 anni.
  • Il reddito ISEEcomplessivo non deve superare i 40.000 euro.
  • Non deve essere un immobile di lusso.

Vediamo insieme come si può presentare la domanda.

Il modulo, CHE POTETE SCARICARE DA QUI (clicca per aprirlo e scaricarlo) consente la richiesta di accesso per un numero massimo di due beneficiari. Nel caso in cui vi siano anche altri beneficiari sarà necessario compilare ulteriori moduli di domanda.  Saranno da allegare anche i propri documenti di identità.

Banche e intermediari finanziari hanno trenta giorni lavorativi di tempo, dal momento della loro adesione a questa iniziativa, per poter erogare il servizio ai cittadini. A patto che la Consap, gestore del  fondo, abbia predisposto da almeno 30 giorni lavorativi un manuale di accesso alle infrastrutture telematiche delle stesse banche.

Il Fondo studiato dal governo è realizzato per fornire un’altra spinta all’incremento del mercato dei mutui, che già a partire dal 2013 ha dato evidenti segnali di ripresa, segnando un +32,5% rispetto al  2013 e per un ammontare complessivo di circa 25,3 miliardi di euro.

A febbraio del 2015, il primo mese di piena operatività del Fondo di garanzia per la casa, sono stati erogati ben 27,7 milioni di euro. Il Fondo è in grado di garantire una misura massima del 50% dell’importo del capitale del mutuo ipotecario, di un ammontare che non sia superiore ai 250 mila euro, solamente per l’acquisto di immobili da adibire ad abitazione principale del mutuatario.

Il Fondo è valido anche per i mutui ristrutturazione o per l’accrescimento dell’efficienza energetica della propria casa.

Il Fondo va’ a sostituire il raggio d’azione del vecchio fondo “Giovani Coppie”. Questa garanzia statale può essere richiesta da coloro che, alla data di presentazione della domanda del mutuo, non risultanoproprietari di altri immobili, esclusi quelli acquisiti da famigliari per via ereditaria.

Questi strumenti sono il frutto della crisi economica che il sistema europa ha iniziato a soffrire dal 2011, con il conseguente costo di approvvigionamento del denaro aumentato. Un dato che di fatto, nel 2012 ha dimezzato le erogazioni di mutuo.

Chi ha risentito di più di questo importante cambio di scenario sono senza dubbio i giovani sotto i 35 anni di età e le giovani coppie, che mentre da un lato hanno visto aumentare in modo importante i costi connessi al mutuo per l’acquisto della prima casa, dall’altro hanno visto diminuire sempre più le possibilità di vedersi concesso un mutuo da parte delle banche, che valutano la categoria dei giovani  come la categoria più rischiosa di clienti e quindi meno “attraente”.

Purtroppo, le banche godono di discrezionalità assoluta nello scegliere la propria clientela, soprattutto per quanto riguarda la concessione di mutui. Applicano delle serie linee guida in merito, per valutare il livello di rischiosità di ciascun cliente, in modo da decidere se concedere o meno il finanziamento. Con i nostri livelli di disoccupazione, sempre più elevati e in continua crescita, i giovani diventano una classe di mutuatari a rischio elevato verso la quale contenere il più possibile l’erogazioni di nuovi finanziamenti.

Hanno maggiori probabilità di vedere accolta la propria richiesta le giovani coppie che sono assunte a contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato, presentano certi livelli minimi di reddito annuale residuo al netto del rimborso del mutuo e che sono in grado di fornire garanzia aggiuntive, nel caso in cui non fossero più in grado di continuare il rimborso, proprio su questo punto va’ ad incidere in modo importante il Fondo di garanzia prima casa.

Tra le varie offerte che abbiamo trovato per questo tipo di mutuatari, si configura come particolarmente interessante il mutuo valore Italia giovani offerto da Unicredit. Ha un importo minimo concedibile di euro 30.000 e un massimo di 250.000 euro, con un mutuo estendibile fino al 100% del valore dell’immobile tramite l’accesso al Fondo di garanzia per i mutui prima casa, indipendentemente dalla tipologia del contratto di lavoro.  Disponibile sia a tasso fisso che a tasso variabile e particolarmente adatto a chi ha meno di 40 anni.

1 Comment on "Fondo di Garanzia per i Giovani – Mutui Giovani Coppie"

  1. Marta | at 15:43 | Rispondi

    Salve Patrizia, è da un pò che ho letto di questo fondo garanzia per i giovani, ma non mi è chiaro il punto del 50% del reddito: il mio fidanzato ha un lavoro fisso a contratto indeterminato, mentre io ho un lavoro part-time (anche meno di un part.time) a tempo determinato. Quindi noi non possiamo usufruire di questa agevolazione vero? Spero in una sua gentile risposta!
    Marta

Lascia un tuo Commento

La tua mail non sara pubblicata


*