Commercialisti e certificazioni per l’accesso al credito

L’ABI ha annunciato un nuovo accordo che permetterà un accesso più facilitato al credito attraverso i commercialisti. Quest’ultimi potranno rilasciare una certificazione, riguardo un proprio cliente, che si aggiungerà alla documentazione che l’istituto di credito raccoglie per capire l’affidabilità della persona cui si deve concedere il finanziamento.
Il libero professionista certificherà determinati crediti rispetto terzi, rimanenze in magazzino e altri elementi che vanno a vantaggio dell’impresa nel richiedere il denaro alla banca.

Ecco la parte più interessante del comunicato stampa ABI:

Ai sensi del Protocollo, i soggetti firmatari si impegnano – tra le altre cose – a: i) diffondere i progetti avviati dall’ABI in tema di autodiagnosi dell’impresa tramite piattaforme web; ii) condividere ed avviare iniziative di educazione finanziaria rivolte ai piccoli imprenditori e, iii) implementare, a livello locale e come prima applicazione sperimentale, un progetto per l’attestazione degli asset aziendali volta a favorire un processo di convergenza tra i valori contabili e i valori oggetto dell’informativa trasmessa alla banca. Resta ferma la assoluta libertà e responsabilità delle banche di applicare i propri modelli di analisi del rischio di credito e, ovviamente, di assumere le decisioni conseguenti.
L’iniziativa pilota prevede l’identificazione della figura di un professionista dotato di requisiti di onorabilità e professionalità, nonché di autonomia e di indipendenza rispetto alle singole imprese interessate – secondo un apposito elenco tenuto dalle Camere di Commercio con l’ausilio di rappresentanti degli Ordini territoriali dei Dottori Commercialisti – il cui compito è quello di attestare l’esistenza di taluni specifici asset (crediti vantati nei confronti di terzi, rimanenze di magazzino, ecc.), ivi inclusi anche asset immateriali. Ad attestazione avvenuta, il professionista rilascerà all’impresa una dichiarazione che quest’ultima potrà utilizzare nei rapporti con il sistema bancario, al momento della richiesta di finanziamento. Le banche aderenti all’iniziativa avranno così un supporto informativo aggiuntivo da considerare nel proprio processo di valutazione del merito creditizio.

Commenta per primo su "Commercialisti e certificazioni per l’accesso al credito"

Lascia un tuo Commento

La tua mail non sara pubblicata


*