Portabilità del Conto Corrente

L’Antitrust in corcordato con il ministro Bersani, ha voluto mettere i “puntini sulle i” per quanto riguarda il discorso della portabilità  del conto corrente da una Banca all’altra, stabilendo delle vere e proprie direttive sia per la Banca Cessionaria che per la Banca Cedente, al fine di ridurre i costi per le stesse banche e di ridurre i tempi e azzerare le spese per il cliente.

Vediamo insieme, quali sono le operazioni che interessano il cliente che vuol passare il suo conto corrente da una banca all’altra:

Prima di tutto, bisogna aprire un nuovo conto corrente nella nuova banca, dando le coordinate del vecchio conto e conferendole il mandato per trasferire il conto corrente. In questo modo la nuova banca potrà occuparsi delle pratiche amministrative necessarie, sollevando il cliente da ogni problematica. Quindi, aiutanto il cliente e sostituendosi ad esso nella gestione del “trasloco”.

Successivamente, bisogna consegnare alla nuova banca tutto ciò che è in nostro possesso collegato al conto vecchio come gli assegni non utilizzati, le carte bancomat e di credito, e cosa importante è fare un estratto conto del vecchio conto corrente ad una data più recente, di modo tale che la nuova banca possa agganciarsi alle varie utenze che effettuano eventuali addebiti (come utenze enel, telecom, gas ecc..).

La nuova banca quindi si occuperà di tutto, e il cliente, senza sostenere costi aggiuntivi e/o spese, dovrà solo “essere servito”.

1 Comment on "Portabilità del Conto Corrente"

  1. roberto merlitti | at 18:15 | Rispondi

    la mia nuova banca non ha effettuato la portabilita pur avendo io dato mandato e consegnato estratto conto ora mi trovo un contezioso con la vecchia banca cosa sevo fare?

Rispondi a roberto merlitti Annulla risposta

La tua mail non sara pubblicata


*