La cartolarizzazione dei mutui


La cartolarizzazione dei mutui consiste in un’operazione finanziaria attraverso la quale la banca vende ad una società specializzata i propri mutui.

La società si chiama società veicolo e attraverso la garanzia di questi crediti con la banca, emette dei titoli sul mercato finanziario.

L’operazione è completamente trasparente e se effettuata non crea problemi al cliente della banca.
Il mutuato, infatti, dovrà far riferimento alla banca per pagare il suo debito, non modificando nulla.

Va segnalata tuttavia un aspetto molto importante, ovvero che la cartolarizzazione è una cessione pro soluto, cioè non vi è garanzia della solvenza del debitore ceduto e i rischi gravano sui portatori dei titoli.

Non a caso, la cartolarizzazione dei mutui subprime è tra le cause principali della grande crisi moderna dei mercati finanziari.

4 Comments on "La cartolarizzazione dei mutui"

  1. domenico | at 17:47 | Rispondi

    avendo la cartolarizzazione del mutuo, posso lo stesso effetuare la surroga? grazie

  2. davide | at 20:58 | Rispondi

    Dovrei efetture il passaggio da tasso variabile a fisso ed il mio conto è cartolarizzato, posso effettuare lo stesso questa operazione? Se la risposta è no, vorrei sapere se è stato violato un mio diritto nella fase di cartolarizzazione non essendo stato informato preventivamente. Grazie

  3. Luigi | at 14:17 | Rispondi

    buongiorno, mi trovo nella stessa situazione descritta dall'utente Says, oggi dopo oltre 4 mesi di continui ritardi e posticipi finalmente sono venuto a sapere che la mia richiesta di passaggio da tasso variabile a fisso non può essere accettata perchè il mio mutuo è cartolarizzato, ne sono venuto a conoscenza solo oggi…come Says vorrei sapere se posso agire legalmente per ottenere la variazione richiesta. Grazie

  4. Patrizia | at 00:46 | Rispondi

    Ciao Domenico, Davide e Luigi, sono Patrizia della redazione di non solo prestiti, secondo la mia esperienza in ambito notarile posso affermare che è possibile surrogare un mutuo, anche quando il mutuo precedente è stato cartolarizzato. Infatti se ci pensiamo bene, la maggior parte dei mutui ipotecari, dopo i primi due tre anni passano quasi tutti nelle mani di società finanziarie che gestiscono i capitali della Banca mutuante.

    Secondo il mio modesto parere anche un mutuo cartolarizzato può subire variazioni, e quindi possiamo fare una surroga, naturalmente l'atteggiamento delle Banche varia da Banca a Banca, alcune possono procedere alla surroga individualmente, altre sempre nel caso della cartolarizzazione, possono far intervenire nel momento della stipula con il notaio anche il Rappresentante delegato mediante procura, della società finanziaria che ha preso in mano la gestione del mutuo. La cartolarizzazione non necessità della specifica approvazione della parte, almeno quando non avvenga in caso di insolvenza da parte del mutuatario, poichè il nostro rapporto in primis si rifà sempre verso la Banca originaria e non verso la finanziaria, che come ho già detto prima cura gli interessi della Banca nella gestione del capitale.

    Quindi alla fine, proviamo a farci ascoltare, e ha dare voce hai nostri diritti di mutuatari, la surroga è sempre possibile, anche in caso di cartolarizzazione.

Lascia un tuo Commento

La tua mail non sara pubblicata


*