La direttiva PSD, cos’è?

immagine-3
Paymente Service Directive (PSD) è una direttiva europea che nasce nel 2005 per migliorare il sistema di pagamenti e che viene poi pubblicata ed approvata ufficialmente nel 2007.
L’ambiente in cui opera è il SEPA (Single Euro Payments Area).

La direttiva si pone l’obiettivo di creare un sistema di pagamenti sicuro, unico e semplice in tutta l’area UE, riunificando sotto un’unica normativa i pagamenti europei.
Per fare questo si pone tre punti da seguire:

  • Aumento della competitività tra Payment Service Providers;
  • Diminuzione del Costo per consumatore ed aumento della scelta;
  • Autorizzazione di nuovi soggetti non-bancari per l’esercizio di un servizio di pagamento in un mercato (più) liberalizzato: gli Istituti di Pagamento (Payment Instituitions).
  • La direttiva è divisa in diversi titoli.
    I più importanti sono quelli indicanti i soggetti PSP e gli obblighi della direttiva:
    Distinzione in specifiche categorie di Payment Service Providers:

  • Gli Enti Creditizi;
  • Gli Istituti di Moneta Elettronica (IMEL);
  • Gli Uffici Postali;
  • Gli Istituti di Pagamento.
  • Diritti ed obblighi delle parti, in relazione alla prestazione di Payment Services in ambito SEPA:

  • Tempi di esecuzione di un’operazione di pagamento;
  • Identificativo univoco;
  • Responsabilità End-to-End;
  • Obblighi di diligenza del prestatore e del fruitore di un Payment Service.
  • Data entro cui questa direttiva deve essere resa esecutiva: Novembre 2009.
    Non c’è ancora molto tempo per completare l’attuazione di questa norma e finalmente avere un sistema di pagamento migliore e comodo sia per i clienti sia per le banche.

    Fonte closetopay

    Commenta per primo su "La direttiva PSD, cos’è?"

    Lascia un tuo Commento

    La tua mail non sara pubblicata


    *